L’intervista

Di seguito riportiamo l’intervista di Gennaio 2017 riportata sul sito prontopro.it:

Oasi, casa di riposo per anziani, si racconta per voi.

oasiLa nostra struttura ha inizio nel novembre del 2012.

Dovete sapere che provengo da una famiglia di albergatori e ristoratori, sia da parte di madre che di padre.

Dopo aver trascorso dieci anni nella meravigliosa Australia e precisamente a Sydney, ho lavorato ovviamente presso ristoranti italiani e non ci volle molto che divenni molto richiesto per dirigere alcuni dei locali del centro della città.

Venne un giorno nel 2008 che mio padre decise di ritirarsi dall’ attività di famiglia e il mio desiderio più grande sin da piccolo fu quello di continuare ciò, che mio nonno massimino e mio padre con i suoi due fratelli hanno costruito e portato avanti egregiamente qui ad Anguillara Sabazia e cioè l’albergo ristorante: “massimino” ed è qui che conobbi una donna meravigliosa che poi divenne mia moglie.

Un giorno ci si presenta una fantastica opportunità per noi ed era quella di aprire una casa per anziani proprio nella casa di famiglia, dove ero cresciuto con i miei due fratelli e due sorelle …

Ci siamo detti: “fantastico” io potevo fare ciò che avevo sempre fatto e cioè accogliere ed assistere persone, come in albergo, ma con bisogni diversi ed attenzioni particolari.

Sono sempre stato un ragazzo che ama le sfide e per la maggior parte le porto a termine nei migliori dei modi dando tutto me stesso con mia moglie accanto poi che si è laureata in chimica e tecnologie farmaceutiche mi sentivo ancora più forte.

Fu cosi che aprimmo “oasi “una residenza per anziani gestita in modo familiare.

Si perché io penso che per gli anziani lasciare la propria abitazione e cambiare le loro abitudini sia già difficile, immaginiamoci se poi si ritrovano in un ambiente ostile, freddo, senza calore umano …da noi si entra in una grande famiglia ed il rapporto che abbiamo con i nostri nonni ed i loro parenti è fantastico.

All’ oasi ci si sente come a casa, organizziamo karaoke, giochi di carte ed attività ludiche di ogni genere anche con l’aiuto della nostra educatrice, abbiamo 1000 mq di giardino dove d’estate organizziamo feste e giochiamo a bocce.

Il personale, tutto qualificato è fantastico con i nostri nonni e li assistono 24\24.

I nostri nonni sono tutti autosufficienti e o parzialmente non autosufficienti.

Io e mia moglie siamo in struttura 24\24. cuciniamo noi personalmente per loro e mangiamo il più delle volte insieme.

Stiamo pensando di aprire un ‘ altra struttura sempre ad Anguillara Sabazia più avanti.

Scegliere di vivere in queste strutture non è cosi drammatico come sembra, beh vedendo al tg come trattano alcune strutture i propri pazienti, un po’ di timore è normale che la gente lo abbia, ma bisogna scegliere con attenzione dove portare i propri cari.

Quando i parenti purtroppo non riescono a badare ai propri cari per vari motivi queste strutture, la nostra in particolare, sono perfette

Perché cerchiamo di assecondare i desideri dei nostri nonni ed aiutarli nella vita quotidiana,

Ci assicuriamo che mangino e che pendino la terapia a loro designata dal un medico specializzato, li coccoliamo e spesso li viziamo.

Nella nostra struttura abbiamo un assistente sociale ed uno psicologo che seguono quotidianamente i nostri assistiti.

Poi abbiamo due operatori socio sanitari per turno ed in più come ho già detto ci siamo io e mia moglie.

Questo è ciò che l’oasi ha da offrire a tutte quelle persone che hanno difficolta nel gestire i propri cari.